giovedì 25 aprile 2013

ORA BASTA PERò !!!

Ragazzi perdonatemi, ma oltre ad essere oberato di lavoro in queste ultime settimane la mia vita è stata sconvolta da un evento tragico nella mia famiglia.
Per dovere comunque nei confronti della futura generazione di colleghi vi informo che la penuria medica qui, continua in maniera ingravescente soprattutto in alcune zone della Francia ed in alcune colonie dell'ex Impero ( oggi definite DOM-TOM= dipartimenti oltremare e territori oltremare).
Molti studenti di medicina mi scrivono chiedendomi se è possibile provare l'esame di specializzazione qui in Francia. Certo che è possibile, ma attenzione è un esame così difficile per i francesi che sono formati secondo il loro sistema, figuriamoci per chi viene dal nostro! Si rischia poi di rimanere profondamente delusi e di perdere tempo seriamente, qui i colleghi francesi cominciano a prepare questo esame dal III anno di facoltà.
Consiglio quindi vivamente, se veramente si vuole provare a rimanere in questo sistema, di procurarsi degli stages in Francia durante gli ultimi anni di specializzazione in Italia. Sarete più maturi, saprete cosa vorrete, saprete distinguere e soprattutto vi basterà semplicemente convalidare i titoli italiani, che è procedura poco complicata rispetto ad affrontare tutto il percorso formativo (almeno questa è stata la mia esperienza e il mio consiglio permane tale).

Inoltre volevo aggiungere che sono un pò stanco e seccato della miriade di colleghi che mi scrivono per chiedermi informazioni che esistono già nei post (non si offendano se non rispondo) oppure mi scambiano per un agenzia di trovalavoro. Ad oggi la media delle persone che mi ha scritto dopo un anno pieno di blog (circa 380 emails) è di 44 anni.
Colleghi da varie parti d'Italia che vanno avanti con dei Co.Co.Co. o altre forme di contratti precari, che purtroppo sono giustamente stanchi e insoddisfatti e vogliono ritrovare l'entusiasmo per quello che fanno quotidianamente (uno dei lavori più belli del mondo, se non il più).
Sono mortificati e delusi ed è comprensibile, ma non capisco perchè alcuni di loro, mi scrivono dicendomi ad es.:" caro collega ho trovato una proposta di contratto come medico interno nell'ospedale territoriale di.... zona..., nel centro della Francia. Il trattamento economico parte da un fisso di 5300 euro lorde escluse le guardie e le reperibilità, cosa ne pensi?"
Ma cosa cazzo volete che ne pensi??? Se mentre dove ti trovi vicino Roma guadagni si e no 2500 euro e sei bistrattato e soprattutto se sei bravo non ti lasciano lavorare per la burocrazia e mancanza di materiale, qui passeresti ad essere trattato da Dio, soprattutto il costo della vita è quasi inferiore a quello di dove abiti tu e se sei sposato con figli le tasse ti vengono ridotte in modo importante e hai una marea di tutele sociali per moglie e figli (la Francia ha un'alta pressione fiscale, ma predilige l'unione e i figli, indipendentemente se si è sposati o meno e quindi le tasse scemano).
Si hai ragione ma poi in inverno la temperatura sembra scenda intorno ai -7 e il mare è lontano e poi come tu dici non si mangia bene e io ho tutta la mia famiglia qui, non credo accettero.
Ora che cazzo mi domandate a fare cosa ne penso? Inoltre non vi lamentate se poi non cogliete le occasioni che vi vengono offerte o per lo meno non disturbatemi con consigli e idee se sapete sin dall'inizio che non vi sposterete mai! Alle volte mi sento pure in colpa perchè non vi rispondo subito.

Scusate lo sfogo ma dopo un anno di comportamenti di questo genere da parte dei colleghi tra l'altro precari e in situazioni veramente pessime di lavoro, comincio ad essere stanco e credo che in ognuno di questi soggetti ci sia del sano masochismo !!!


8 commenti:

  1. Ciao Francesco,
    complimenti!
    sono finita per caso sul tuo blog e mi ha fatto sorridere perché mi sono ritrovata in molte tue affermazioni, emozioni, avventure.
    Anch'io emigrata in Francia dalla Calabria, lavoro in ospedale da qualche mese.
    vorrei contattarti via mail e/o facebook per scambiare idee e esperienze.
    Dove li trovo?
    spero a presto,
    Fabiola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco, anch'io girovagando su internet alla ricerca spasmodica di info su alcune zone della Francia, mi sono imbattuta nel tuo blog. Complimenti! Anch'io calabrese, sto valutando una proposta lavorativa in Francia, zona Mont-de-Marsan,conosci? Posso contattarti tramite mail o FB? Grazieee. Alessia

      Elimina
    2. Ciao mi trovi su FB a chicco macrì gerasoli

      Elimina
  2. Ciao mi trovi su FB a chicco macrì gerasoli

    RispondiElimina
  3. Perdona se ti chiedo qualcosa di cui forse hai già parlato. Ho letto i post precedenti e non mi sembra che tu abbia affrontato l'argomento.

    Come te la sei cavata all'inizio a refertare in lingua francese?
    Sapevi già farlo? Ti hanno concesso un periodo di addestramento per il francese radiologico? conosci dei siti o libri dove si possano trovare, in francese, i più comuni referti negativi e le più comuni patologie?
    Grazie tante in anticipo!

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Buongiorno Mi puoi inviare ll'indirizzo email dei tuoi coleghi che vogliono venire in Francia per lavorare come Medici specialisti o puoi dare il mio indirizzo email. Io posso aiutarli in questo senso . Cerco Medici italiani che vogliono transferisi in Francia
    margiotta@medival.org

    RispondiElimina
  6. Ciao, sono iscritta al primo anno di chirurgia generale, mentre il mio ragazzo è al primo di Radiologia e vogliamo venire in Francia il prima possibile. Volevo chiederti se è necessario prendere contatto direttamente con la struttura ospitante, con un docente o se c'è qualche intermediario. Mi dici se è utile che mi prepari in questi mesi acquisendo qualche certificazione per la conoscenza del francese? Ti ringrazio in anticipo e ti faccio il mio in bocca al lupo per la tua carriera. La mia e-mail è valeriapalatucci@gmail.com.

    RispondiElimina